Emicrania oftalmica: cause, sintomi, cura

Come curare l'emicrania oftalmica

Soffrite di emicrania oftalmica e non sapete come curarla? Ohmymag vi dà qualche consiglio per aiutarvi a ridurre l'emicrania.

Cause dell’emicrania oftalmica

L'emicrania oftalmica è anche chiamata "emicrania con aura visiva". È una forma di emicrania associata a disturbi visivi. Questi disturbi chiamati "aura" compaiono tra i 15 minuti e un’ora prima dell'inizio del mal di testa. Macchie nere o scintillanti possono oscurare il campo visivo. È dopo questa fase aura che compare il mal di testa. Le cause dell'emicrania sono ancora poco conosciute.

Trattamento dell'emicrania oftalmica

Leggi anche
Come reagiscono corpo e cervello quando cammini per 30 minuti al giorno

Non è raccomandato assumere un farmaco durante la fase aura di un attacco di emicrania oftalmica perché il mal di testa non si è ancora presentato. I rimedi principali usati per calmare queste emicranie sono anti-infiammatori, ma anche l'aspirina, oppure degli anti-emetici. Alcuni trattamenti di base possono essere attuati anche sul lungo termine.

I rimedi della nonna per il trattamento di un'emicrania oftalmica

Per calmare l'emicrania oftalmica, alcuni rimedi della nonna possono risultare efficaci. Come prima reazione è consigliabile respirare profondamente con la pancia. Questo modo di respirare ha un effetto rilassante che allenta l'emicrania.

Anche gli oli essenziali sono preziosi alleati contro l'emicrania. L'olio essenziale di menta piperita è particolarmente indicato contro il mal di testa: è possibile applicarne una goccia sulle tempie. Fate però attenzione ai vostri occhi perché gli oli essenziali possono bruciare.

Un ulteriore rimedio che aiuta a ridurre i sintomi dell'emicrania è il balsamo di tigre. Basta applicarne una piccola quantità sulle tempie e massaggiare leggermente, respirandone il profumo. Infine, anche gli impacchi di argilla sono una soluzione efficace contro l'emicrania. Per preparare una pasta di argilla verde bisogna mescolare la polvere in una piccola quantità di acqua tiepida. Il composto di argilla deve risultare liscio, né troppo denso né troppo liquido. Uno spesso strato di argilla va steso direttamente sulla fronte e poi coperto con una pellicola. Per avere effetto deve riposare sulla fronte per almeno 3/4 d'ora.

• Eleonora Sanna