Mal di testa: come curare la cefalea costante

Come curare il mal di testa

Come tante persone soffrite regolarmente di mal di testa? Ohmymag vi dà delle informazioni sull'infiammazione delle meningi.

Cause del mal di testa persistente

La cefalea, più comunemente detta mal di testa, può avere origini multiple e assumere forme diverse. Tuttavia, i neurologi sono soliti classificare il mal di testa in due grandi categorie.

La prima include tutti i mal di testa che non hanno alcuna connessione con un'altra patologia. Queste vengono chiamate cefalee primarie. Che si traducono in cefalee di tipo tensivo ed emicranie.

Le cefalee secondarie sono la seconda famiglia di mal di testa. A differenza di quelle primarie, sono causate da un'altra patologia: infezione, ipertensione, ictus, disturbi visivi, malattia di Horton, spondilosi cervicale...

Sintomi del mal di testa persistente

I mal di testa sono caratterizzati da un dolore localizzato nella scatola cranica. Ma questi si manifesteranno in modo diverso a seconda dell'origine e della posizione del mal di testa: pizzicori, impressione di compressione della testa (morsa), formicolii, pulsazioni...

Alcune forme di emicrania chiamate "con aura" sono caratterizzate da manifestazioni visive (scotomi) all'inizio della crisi. A seconda della persona e dell'intensità del dolore, possono essere associati altri sintomi: nausea e / o vomito, febbre, capogiri, fotosensibilità, intolleranza al rumore e / o agli odori, pesante affaticamento, perdita di appetito, confusione mentale...

Trattamento del mal di testa persistente

La persistenza o la frequenza del mal di testa sono ragioni per una consultazione medica. Per trattare efficacemente un mal di testa cronico, è indispensabile effettuare una valutazione neurologica. Solo uno specialista può eseguire un esame completo del paziente e determinare il tipo di mal di testa di cui soffre.

L'impostazione di una terapia adeguata dipende essenzialmente dalla diagnosi fatta. Lo scopo principale del trattamento è fermare il dolore. Ciò comporta la somministrazione di farmaci analgesici di varia intensità: paracetamolo, farmaci antinfiammatori non steroidei, triptani...

Nel contesto dell'emicrania o mal di testa da tensione, è consigliabile un trattamento parallelo a quello di base per ridurre dolore, frequenza e intensità delle crisi. Quando il mal di testa è indotto da una patologia associata, la gestione di quest'ultimo può essere sufficiente per fermare il mal di testa.

• Eleonora Sanna