Tutto sul quarto mese di gravidanza

Il quarto mese di gravidanza

Stai entrando nel secondo trimestre della gravidanza e il bambino inizia a farsi sentire? Ecco alcuni consigli per vivere bene i piccoli inconvenienti che possono verificarsi a 4 mesi di gravidanza.

Cosa succede al corpo della mamma?

All'inizio secondo trimestre di solito il ventre della donna incinta inizia a gonfiarsi a sufficienza da non passare più inosservato. Probabilmente i vestiti del tuo guardaroba cominceranno a starti stretti e dovrai acquistare qualche nuovo capo più comodo e adatto alle tue nuove forme. Va detto che in questa fase l'utero si è considerevolmente disteso e ora raggiunge l'ombelico. 

Questo importante cambiamento può essere la causa di un leggero dolore addominale e pelvico, dovuto allo stiramento dei legamenti del basso-ventre. Generalmente, questi dolori sono localizzati all'inguine e aumentano quando si cammina. Il riposo è dunque una soluzione efficace per alleviarli.

Inoltre, alcuni dolori allo stomaco possono avere anche origine gastrointestinale. In effetti, non sono solo i legamenti ad essere sottoposti a forti tensioni. L'intestino deve anche occuparsi di un ospite che gradualmente prende spazio e altera il suo funzionamento.

Pertanto, non è raro che durante il 4° mese di gravidanza, le donne incinte debbano affrontare alcuni disturbi del transito intestinale, come la stitichezza o il reflusso acido. Le nausee del primo trimestre dovrebbero essere sparite o quasi.

Anche la stanchezza dovrebbe a poco a poco svanire, permettendoti di ritrovare un ritmo di vita più vicino a quello precedente alla gravidanza. 

E a quello del bambino?

Al quarto mese di sviluppo intrauterino, il feto non mostra ancora proporzioni normali, in quanto il bambino mostra le gambe molto più lunghe delle braccia! Sì, i membri non crescono tutti allo stesso tempo. Dopo la crescita dell'encefalo, si sviluppa la cavità addominale insieme a fegato, intestino e reni.

Leggi anche
VIDEO: Quando vede l'ecografia della sorella non crede ai propri occhi

Il cuore, continua a battere a un ritmo quasi tre volte più veloce di quello di un adulto. Anche se la pelle ha ancora un aspetto traslucido, si intravede una rete di vasi sanguigni già ben consolidata sul corpo e i primi capelli ricoprono gradualmente il suo cranio.

In termini di percezioni, gli occhi sono sensibili alla luce e inizia a sentire i suoni, soprattutto, quelli emessi dal suo stesso battito cardiaco. Ora è in grado di ascoltare la voce della madre, così come il suo respiro. In questa fase, il futuro bambino è alto circa 20 cm e pesa meno di 250 g. 

Eleonora Sanna
Nessuna connessione
Verificare i parametri