Auschwitz: il messaggio segreto di un prigioniero decifrato 70 anni dopo

Auschwitz: il messaggio segreto di un prigioniero decifrato 70 anni dopo

Una testimonianza scioccante di un detenuto di Auschwitz è stata decifrata di recente da uno storico.

Una storia commovente che descrive le atrocità subite nel campo di Auschwitz. Una lettera scritta nel 1944, trovata nel 1980, è stata decifrata oggi da uno storico.

Una grande scoperta

Marcel Nadjari era detenuto nel campo di Auschwitz nel 1944. Per lasciare una testimonianza delle atrocità subite dai detenuti, ha scritto una lettera ai suoi discendenti, che seppellirà per tenerla lontana dagli occhi tedeschi. 38 anni dopo, uno studente polacco partecipa agli scavi nei pressi del campo di concentramento e scopre la lettera di Marcel Nadjari. Illeggibile, è impossibile decifrare il messaggio scritto. Ma oggi sappiamo cosa c’è scritto in questa lettera, grazie allo storico Pavel Polian che è riuscito a decifrare il 90% del testo.

Leggi anche
Cosa significano le macchioline bianche sulle unghie

Una testimonianza scioccante

Nelle 13 pagine, Marcel Nadjari parla dei suoi genitori e di sua sorella deportati ad Auschwitz e che non rivedrà più. Nell'aprile 1944 fu imprigionato nello stesso campo di concentramento ma fu assegnato al Sonderkommando.

Scopri nel video la testimonianza profonda e toccante di Marcel. 

 

• Eleonora Sanna
Continua a leggere