Attenzione: questo bruco può uccidere il tuo cane!

Di Eleonora Sanna
Modificato
Attenzione: questo bruco può uccidere il tuo cane!
Attenzione: questo bruco può uccidere il tuo cane!

Nelle regioni meridionali della Francia, soprattutto nelle Landes, i veterinari lanciano l’allarme: la processionaria è tornata con diverse settimane d’anticipo (probabilmente a causa dell’inverno piuttosto mite del 2017-2018). La processionaria può provocare gravi danni al tuo cane se ha la sfortuna di ingoiarla! Ecco cosa succede…

Hai mai sentito parlare della processionaria? In poche settimane si trasforma in una falena, ma inizialmente costruisce grossi nidi tra febbraio e marzo. Il bruco vive in colonie di diverse centinaia di esemplari che possono danneggiare i pini di cui si nutrono.

Una specie invasiva

Il suo sviluppo dipende fondamentalmente dal clima e dalle temperature, quindi la processionaria è meno diffusa al nord, a differenza del sud durante un inverno piuttosto mite… proprio come quest’anno. Ma perché la processionaria è così pericolosa per i nostri cani?

È molto urticante durante l’ultimo stadio larvale ed è proprio in questa fase che le colonie si concentrano nei nidi in cima ai pini per beneficiare del calore del sole.

Molto (molto) urticante

Quando il bruco è pronto a diventare farfalla, scende dagli alberi e si formano lunghe file indiane (ecco perché si chiama processionaria) che possono raggiungere dieci metri di lunghezza!

Poi va sotto terra per formare un bozzolo prima della fase finale: la metamorfosi in falena. L’insetto è urticante per via dei peli che si spezzano o volano via. Pertanto possono provocare danni senza il contatto diretto. Ecco perché bisogna essere particolarmente vigili con il proprio cane, che potrebbe tentare di poggiare il muso su queste lunghe file di bruchi o persino ingoiarli!

Reazioni gravi

La reazione non si fa attendere: rossore, prurito… Poi si forma un edema nella zona di contatto. E ovviamente le mucose (della bocca, degli occhi e delle zone respiratorie) sono le parti più sensibili alle proprietà urticanti, tanto che possono manifestarsi necrosi parziali e reazioni allergiche che possono essere fatali per un cane di grossa taglia!

Cosa fare per impedirgli di entrare in contatto con la processionaria? Se in giardino trovi un nido, puoi tagliare il pino per evitare qualsiasi pericolo. Durante le passeggiate nei boschi o in campagna, dovrai tenere il cane al guinzaglio ed essere molto vigile!

Fortunatamente, questa privazione della libertà durerà soltanto nel periodo degli spostamenti della processionaria, prima che vada sotto terra per la metamorfosi. Se il tuo cane ha ingoiato o annusato la processionaria, dovrai portarlo subito dal veterinario che gli somministrerà un trattamento per impedire reazioni allergiche.

Antistaminico, antinfiammatorio, antidolorifico… Il cane dovrà essere curato per garantire una convalescenza priva di rischi.

Nessuna connessione
Verificare i parametri