Se fai l'amore in questo modo potresti essere ninfomane

Se fai l'amore in questo modo potresti essere ninfomane

Spesso usato in senso peggiorativo, il termine "ninfomane" nasconde un disturbo sessuale, che preoccupa molto i medici. Come rilevare questa malattia e conviverci meglio? Facciamo il punto della situazione.

Quando viene usato il termine "ninfomane", spesso ci si riferisce a una donna che intrattiene regolarmente relazioni sessuali con uno o più partner. L'uomo comune lo usa anche per designare in modo peggiorativo una donna che ama il sesso. Questa non è la definizione giusta. La ninfomania è una malattia che colpisce solo le donne. Non che gli uomini non siano affetti da ipersessualità, ma il termine per gli uomini è satiriasi. Una donna può nascere ninfomane, ma essa può anche svilupparsi durante il corso della vita. Può essere causata da disturbi ormonali o psicologici.

L’impatto sulla coppia

Quando una donna è ninfomane, una relazione di coppia è molto complicata da gestire. Il suo compagno non potrà soddisfare il suo costante bisogno di sesso, che, inoltre, la soddisfa solo per pochi minuti. La loro elevata libido può creare tensioni, specialmente perché una persona con ipersessualità tende a cercare altri partner per provare a soddisfare il suo insaziabile appetito sessuale. Questa patologia può naturalmente portare a uno stato di depressione e isolamento.

Leggi anche
Quante volte al giorno le donne hanno pensieri erotici? Ecco la risposta

Esiste una cura?

In quanto malattia psicologica, bisogna curarsi seriamente andando da uno psicologo o uno psichiatra. Se queste tecniche "classiche" non bastano, il paziente può orientarsi verso l'ipnosi. Lungi dall'essere affamata di sesso, la persona che soffre di questa malattia soffre ogni giorno a causa del suo essere diversa.

Scopri di più nel video! 

• Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri