Stai alla larga dal gasligher, una persona molto pericolosa

Stai alla larga dal gasligher, una persona molto pericolosa

Hai mai sentito parlare del "gaslighting"? Ecco di cosa si tratta e le conseguenze devastanti che può avere.

Il termine "gaslighting" è stato utilizzato per la prima volta negli Stati Uniti negli Anni Quaranta. Si tratta di una pratica molto pericolosa tutt'altro che recente.

Un gioco pericoloso di manipolazione

Questo fenomeno, che può essere tradotto come "manipolazione", si manifesta con il comportamento manipolativo di una persona che finge di amare la sua vittima, ma che finisce per annientarla.

Si tratta di un vero e proprio psicopatico che si insinua nella mente della vittima e influisce negativamente sulla sua salute mentale. Il termine ha origine dal film GasLight di George Cukor del 1944, un thriller in cui Ingrid Bergman interpreta una donna che pensa di impazzire a causa della manipolazione a opera di suo marito, interpretato da Charles Boyer. Il titolo si riferisce alla luce a gas della loro abitazione.

La vittima è accecata dall'amore

La vittima del gaslighiting si lascia ingannare dalla persona amata e viene distrutta emotivamente e fisicamente. Ma il rapporto è fondato sulle menzogne, i dubbi e la manipolazione perversa, provocando effetti devastanti sulla vittima, che ha un profilo molto particolare.

Ma come si fa a sapere se siamo vittima di un "gaslighter" e cosa fare per liberarsene?

Ti riveliamo tutti i dettagli nel video!

• Eleonora Sanna
Continua a leggere