5 soluzioni creative per recuperare i cosmetici scaduti

5 soluzioni creative per riciclare i cosmetici scaduti

È davvero possibile recuperare i prodotti cosmetici una volta scaduti? Ecco alcune idee creative per riutilizzarli in maniera efficace.

È ormai uno stereotipo comune quello delle donne che adorano fare shopping, e questo include anche e soprattutto il make up. Non possiamo negare che, almeno nella maggior parte dei casi, sia proprio vero. Quindi si finisce con il comprare, come se non ci fosse un domani, un sacco di prodotti in sconto e a prezzo pieno perché non si sa mai possano servire.

Il problema è che anche i prodotti di bellezza hanno una data di scadenza, che non va assolutamente ignorata perché può portare a infezioni molto serie. Quindi è importante fare molta attenzione e, ogni tanto, controllare tra le varie creme, smalti e cosmetici che questi siano ancora integri. Nel caso non fossero più utilizzabili, si può cambiare la loro destinazione d'uso, semplicemente riciclandoli. 

Riutilizzo di fard e cipria

Di queste se ne acquistano veramente a bizzeffe e, molto spesso, possono aiutarvi nella realizzazione di splendide decorazioni. Come? Basta mescolare le polveri alle vernici per vetri, dando così un tocco unico ad alcuni lavori di fai-da-te. Ad esempio, durante il periodo natalizio, potrebbero essere utilizzati per offrire delle meravigliose sfumature alle palline da appendere all'albero. Altrimenti le potrete utilizzare sempre nel make up, ma in maniera differente: mescolandole agli smalti trasparenti, si otterranno prodotti e colori che nessun’altra ha. La stessa pratica è replicabile con i vecchi ombretti.

Riciclo di smalti

Chi più ne ha più ne metta! Ne esistono di ogni colore e sfumatura anche perché ogni anno le mode cambiano, gli stili si modificano e si evolvono e ci si ritrova sempre con il beauty pienissimo di piccole boccette nelle più stravaganti tonalità. Sono però anche i prodotti più portentosi per il riciclo. I vecchi smalti si possono utilizzare sia per dipingere chiavi, pendenti di collane, o, addirittura, per fissare strass sulle magliette. In un colpo solo si può regalare un tocco nuovo ad oggetti di uso comune, personalizzandoli e rendendoli unici.

I mille usi del latte detergente

Se ne provano mille prima di trovare quello perfetto, e, finisce sempre con il  riempire il cassetto di prodotti utilizzati per qualche applicazione e di cui ora non si sa più cosa farne. Il latte detergente ha mille funzioni: si può utilizzare per ravvivare borse, scarpe, cinture e molto altro. Ovviamente è importante provare prima una piccola parte di prodotto sul tessuto, in modo da accertarsi che non risulti troppo aggressivo. Nel caso in cui fosse possibile utilizzarlo, basta solo impregnare un classico dischetto struccante con il liquido e strofinare la superficie da trattare con movimenti circolari. Sarà, così possibile donare una nuova vita alla maggior parte degli accessori.

Shampoo e balsamo
Leggi anche
Cosmetici: 10 prodotti da non prestare alle amiche

Vale la stessa regola del latte detergente. Se ne testano centinaia, passando per un sacco di prodotti, marche e tipologie, prima di trovare quello adatto ai propri capelli. Quando vi accorgerete che le boccette inutilizzate si staranno moltiplicando, potrete passare al piano b. Infatti, balsamo e shampoo possono esser utilizzati come ammorbidenti in lavatrice o come prodotti per pulire i pavimenti. Otterrete capi e pavimenti profumatissimi. L’importante è fare molta attenzione, poiché sono prodotti che tendono a produrre molta schiuma, quindi basteranno solo poche gocce ed il risultato sarà comunque garantito.

Nuova vita per le creme

Tubetti, confezioni dalle forme diverse che invadono i mobiletti del bagno. Fortunatamente però, anche le creme possono essere riciclate. Mescolandole, infatti, con zucchero di canna, olio o miele, si potranno ottenere dei fantastici scrub per il corpo.

Eleonora Sanna
Nessuna connessione
Verificare i parametri