Drogava i bambini e li chiudeva nelle bare. Anni dopo è stata nominata al premio nobel per la pace

Drogava i bambini e li chiudeva nelle bare. Anni dopo è stata nominata al premio nobel per la pace

Il suo nome era Irena Sendler. Era un'infermiera polacca durante il periodo della seconda guerra mondiale. Partecipò attivamente alla resistenza polacca. Ecco la sua storia.

Irena nacque a Varsavia, Polonia, il 15 Febbraio 1910. La vocazione di Irene nasce in seguito all'esempio del padre, Stanislaw Krzyżanowski. Celebre dottore, morì nel 1917 di tifo contagiato da alcuni pazienti che altri dottori non avevano voluto curare.

Quando gli ebrei di Varsavia furono confinati nei ghetti, Irena entrò a far parte di ŻEGOTA. Fin dall'inizio fu uno dei membri più attivi per aiutare i più bisognosi tra cui i bambini. Scopri tutta la storia di Irene nel video qui sopra.

Leggi anche
Questa sposa ha perso il papà, ma sua fratello ha in serbo una sorpresa per lei

Le vittime dell'olocausto

Come sappiamo, le vittime dell'olocausto ammontano a circa 15-17 milioni. Coinvolse persone di entrambi i sessi e di tutte le età (senza alcun riguardo per anziani e bambini). In totale, quasi 6 milioni di ebrei furono sterminati tra il 1933 e il 1945.

Il 27 Gennaio è stato istituito il Giorno della Memoria, giornata internazionale dedicata alla commemorazione delle vittime dell'Olocausto. 

Eleonora Sanna
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri