Infermiera confessa in punto di morte le cose orribili che faceva ai neonati

Infermiera confessa in punto di morte le cose orribili che faceva ai neonati

Elizabeth Mwewa, un’infermiera in pensione dell'University Teaching Hospital di Lusaka in Zambia, avrebbe deciso di confessare le gravi colpe che ha commesso durante i suoi anni di servizio, tra il 1983 ed il 1995.

Questa la motivazione che l’ha spinta a dichiarare il tutto: "Avendo un tumore allo stadio terminale mi resta poco da vivere, e voglio rendere conto dei miei peccati". La vicenda è  stata presa sul serio dalle autorità del paese che hanno avviato un'approfondita indagine per far venire a galla la verità: mitomania o un vero e proprio raggiro?

Scopri i delitti che avrebbe commesso l'infermiera su oltre 5000 neonati nel video! 

Violenza domestica

Leggi anche
15enni riconoscono la loro prof in un film per adulti

Quando si tratta di neonati la prudenza non è mai troppa: questo video ne è la dimostrazione. La videocamera montata infatti nella propria casa da una coppia di genitori ha registrato le violenze della baby sitter, alla quale avevano affidato la loro bambina di 18 mesi. Il video lascia senza parole: la donna, oltre ai maltrattamenti, era solita utilizzare un bastone a modi frusta contro la povera piccina indifesa. I colpi, assestati alle gambe e al sedere, sono ben visibili nei filmati e sul corpo della piccola. Secondo quanto confessato dalla baby sitter di fronte agli agenti di polizia, le botte avrebbero dovuto placare i pianti della bimba. La donna è stata subito arrestata con l'accusa di abusi su minori.

Fonte: Fanpage

Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri