Subisce più di 150 operazioni di chirurgia plastica per essere "perfetta"
Subisce più di 150 operazioni di chirurgia plastica per essere "perfetta"
Continua a leggere

Subisce più di 150 operazioni di chirurgia plastica per essere "perfetta"

Come ci ha insegnato il telefilm americano ispirato alla realtà, Nip&Tuck, molto spesso nel campo della chirurgia estetica i pazienti che si rivolgono ai medici hanno davvero delle richieste estreme. E questo naturalmente apre le porte a spiacevoli disastri, come è successo a Fulvia Pellegrino…

I vip all’inizio ed adesso anche le persone comuni ci hanno abituato negli anni a pesanti trasformazioni estetiche. Accanto a chi vuole un seno più grande, un naso perfetto o vuole assomigliare ad una celebrity, c’è anche chi ricorre al chirurgo plastico per interventi di transizione di genere. Non sempre però ottenendo risultati apprezzabili; è questo il caso della 56enne Fulvia Pellegrino.

Diventare ciò che si è

La donna, nata a Peveragno in provincia di Cuneo con il nome di Fulvio, ha iniziato a capire di essere nel corpo sbagliato all’età di 15 anni. Sentiva dentro di sé di essere donna, ma prima di apportare un qualsivoglia cambiamento estetico ha aspettato, per rispetto del credo religioso della sua famiglia, i 40 anni.

Sostenuta dalla moglie Marisa, che nonostante le iniziali perplessità gli è sempre rimasta vicina per affetto, Pellegrino si è dovuto sottoporre ad una lunga sequela di interventi: 150 iniezioni di filler su labbra e zigomi, impianto di protesi mammarie e ben due cicli di liposuzione. Un totale di circa 65.000 euro per un perfezionamento corporeo che però non è ancora completo.

Il suo aspetto comunque ha sollevato nell’opinione pubblica diverse perplessità, molti le rinfacciano di essere andata troppo oltre con la chirurgia estetica; addirittura diversi psicologi definiscono il suo caso come un perfetto esempio di dipendenza dal bisturi. Giudicate un po' voi guardando il video!

Per quanto riguarda la sua vita matrimoniale, Fulvia ha dichiarato: “Oggi io e Marisa siamo come due sorelle, nulla di più. Viviamo insieme e litighiamo come due persone qualsiasi, ma non come marito e moglie”.

Perché vogliamo essere perfetti?

Molte persone per risolvere dei conflitti e delle insicurezze interne si rivolgono al chirurgo plastico, esagerando spesso con gli interventi. Per loro infatti puntare ad un’agognata perfezione diventa l’unica ragione di vita. Gli psicologi hanno individuato diverse cause che possono portare a questa insana passione:

-una forte insoddisfazione personale che si crede di combattere regalandosi un aspetto migliore;

-una bassa autostima che spinge a credere che per essere amati e sentirsi sicuri di se stessi l’unico modo è avere un aspetto invidiabile;

-il cercare di somigliare ad un ideale prefissato ed irraggiungibile, come una star hollywoodiana;

-il desiderio sempre presente di apparire giovane;

-possibili disturbi mentali.

I medici più scrupolosi ed attenti, prima di sottoporre un paziente a qualsiasi intervento di chirurgia estetica proporranno sempre un consulto preventivo con uno psicologo. Parlando con lui vi sarà definitivamente chiaro se quello che volete fare su voi stessi è qualcosa di moderato e fattibile o se invece nasconde dei pericoli per la vostra persona.

Scoprite la trasformazione incredibile di Fulvia nel video!

Di Paola Gentile
Modificato

Nessuna connessione
Verificare i parametri