Morte in culla: cause, prevenzione e statistiche
Sindrome della morte improvvisa del lattante

Sindrome della morte improvvisa del lattante

Di Eleonora Sanna
Modificato

La morte infantile improvvisa esiste ancora, ma è diventata meno frequente rispetto al passato grazie alle campagne di prevenzione. Ecco tutto quello che devi sapere su questa sindrome e sulla prevenzione.

Cos'è la Sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS)

La sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) è un fenomeno ancora inspiegabile. Si manifesta provocando la morte improvvisa di un lattante, apparentemente in buona salute. Dopo il decesso del bambino, l'equipe medica cerca di trovare una causa logica alla morte (esempi: cardiopatia congenita, infezione) attraverso un'attenta analisi della sua cartella clinica, un esame dell'ambiente in cui vive e vari test medici, inclusa un'autopsia (con il consenso dei genitori).

Si parla di SIDS, solo nel caso in cui la diagnosi effettuata non porti ad altre cause se non a una morte inspiegata. La sindrome è nota anche come sindrome della morte improvvisa infantile, morte inaspettata del lattante o, più comunemente, morte in culla.

Prevenzione al SIDS

Mentre la morte infantile improvvisa rimane, per definizione, una causa sconosciuta, la ricerca è stata in grado di scoprire vari fattori di rischio che possono essere facilmente evitati. Tra questi: posizione del sonno diversa da quella supina, ambiente troppo caldo, condivisione del letto con un adulto...

Per evitare il rischio di SIDS, i medici raccomandano sempre di addormentare il bambino sulla schiena (quando diventa in grado di girarsi da solo, di solito intorno ai 6 mesi, puoi lasciarlo prendere la posizione che desidera), preferibilmente in una culla vicino al letto.

La culla non deve contenere alcun oggetto morbido: scegli un materasso rigido, senza piumino, cuscino o una coperta... La stanza dove dorme non dovrebbe essere molto calda: si raccomanda una temperatura di 18-19 °C. Può sembrare "da matti", soprattutto che il bambino non possa dormire con una coperta fino a circa 2 anni, ma sarà sufficiente fargli indossare un pigiamino più caldo.

Infine, non fumare vicino al bambino o nella stanza, ed evita di dormirci insieme, che sia un letto un divano o una poltrona...

SIDS: le statistiche

In Italia, il numero di casi di morte infantile improvvisa è decisamente diminuito grazie alle campagne di prevenzione. Circa 300 neonati perdono la vita proprio a causa di una morte in culla.

L'incidenza media nei Paesi industrializzati è di circa un caso ogni 2000 bambini nati vivi, e ciò equivale in Italia a uno ogni 1000.

È tutt'ora la prima causa di morte dei bambini tra l'età di un mese e un anno (più frequente tra i 2 e i 4 mesi di vita) e i maschietti (60%) sono i più colpiti.


En plus
Nessuna connessione
Verificare i parametri