Ecco perché il berretto non protegge dall'insolazione

Ecco perché il berretto non protegge dall'insolazione

In estate i raggi del sole sono pericolosi. Per evitare problemi durante le vacanze, bisogna proteggere la pelle e la testa. Ma il berretto non è l’alleato migliore per evitare l'insolazione.

Proteggersi dal sole e dal caldo è fondamentale per evitare la disidratazione, i colpi di sole e l'insolazione. Nei primi due casi è facile: basta bere acqua regolarmente e usare la protezione solare. Ma evitare l'insolazione è più difficile.

Leggi anche
Cosa significano le macchioline bianche sulle unghie

Infatti ci sono consigli contraddittori. In genere si consiglia di indossare un berretto, ma non è sufficiente!

Meglio i cappelli

Il berretto non protegge le orecchie e la nuca, due punti molto sensibili. Quindi è meglio optare per un cappello a tesa larga con lo spazio tra la testa e il cappello. E questo non è possibile con il berretto.

Il materiale è un’altra fonte di problemi, perché il cotone assorbe il sudore. La traspirazione consente di raffreddare il corpo ma, se ciò non è possibile a causa del berretto, perde la sua utilità...

Contrariamente ai luoghi comuni, l'insolazione non colpisce soltanto la testa!

"L’insolazione non riguarda soltanto il surriscaldamento della testa, bensì tutto l'organismo", spiega Christophe Prudhomme, medico di pronto soccorso, al sito Slate.

Quindi il berretto non basta per evitare l’insolazione, soprattutto se si tratta dei bambini. La loro pelle delicata richiede infatti ancora più cura e attenzione...

Guarda il video e scopri di più su come proteggersi dalle insolazioni! 

• Eleonora Sanna
Continua a leggere