La meravigliosa vita di Katy Perry: dalla musica, al gossip e... ai videogiochi

La meravigliosa vita di Katy Perry: dalla musica, al gossip e... ai videogiochi

Cantante, attrice, giudice, attiva sui social e oggi anche protagonista di un videogame di grandissimo successo. È stato un anno decisamente impegnativo, per Katy Perry, il 2018. Ma la reginetta del pop internazionale non si è certo fermata ai traguardi raggiunti, tra cui quello di musicista più pagata al mondo: è infatti già in lavorazione il successore di “Witness”, quinto disco della carriera della 35enne californiana.

Con 83 milioni di dollari incassati nel 2018, Katy Perry ha battuto l'ennesimo record della sua carriera, piazzandosi al primo posto tra le stelle del pop più pagate davanti a Taylor Swift, Beyoncé, Pink e Lady Gaga. Un traguardo incredibile in un'epoca in cui il mercato discografico arranca e in cui i maggiori guadagni per gli artisti arrivano dai tour.

Gli incassi non sono arrivati soltanto dai concerti per la promozione di “Witness”, uscito nel 2017. Nel conteggio sono inseriti anche la partecipazione come giudice nella nuova edizione del talent show “American Idol”, i contratti pubblicitari e i ricavi della linea di profumi creata proprio dalla Perry.

Niente male per la ragazza entrata in sordina nello showbiz con l'album “Katy Hudson” (il suo nome vero) e che appena sette anni dopo conquistava gli stadi di tutto il mondo grazie a singoli di successo come “I Kissed a Girl” e “Hot n Cold”. Oggi Katy Perry, oltre ad aver venduto oltre 100 milioni di copie, è una donna da record: è l'unica detentrice di tre Digital Diamond Awards vinti per i singoli “Dark Horse”, “Roar" e “Firework”, ed è la prima artista donna ad aver raggiunto un miliardo di visualizzazioni su Vevo per il videoclip della stessa “Dark Horse”.

Ma la ragazza di Santa Barbara non si è mai voluta accontentare ed è già al lavoro dallo scorso settembre sul successore di “Witness”. Appena terminato il tour mondiale per la promozione del quinto album, la Perry ha annunciato su Instagram di essere già a lavoro con il produttore e compositore Greg Wells, già in compagnia della cantante nella produzione di pezzi di successo come “Waking up in Vegas”, uno dei pezzi recenti più belli dedicati alla città del gioco, “Not Like the Movies” e “By the Grace of God”.

Fra una pausa e l'altra durante la lavorazione del nuovo disco, la Perry ha avuto il tempo di trasformarsi anche nella protagonista di Final Fantasy Brave Exvius, la versione mobile della celebre saga targata Square Enix. A dicembre dello scorso anno la cantante è diventata uno dei personaggi giocabili del famoso gioco di ruolo, disponibile per un periodo limitato di tempo. Non è stata la prima popstar a farlo. In precedenza Ariana Grande aveva prestato aspetto e “caratteristiche” ad un altro personaggio apparso nello stesso titolo.

Square Enix è da sempre attenta alle stelle delle musica. Basti pensare che per la sigla finale di Final Fantasy XIII era stata scelta la canzone “My Hands” di Leona Lewis e che nel quindicesimo capitolo della saga i videogiocatori hanno potuto ascoltare i “Florence and the Machine”  impegnati in una cover del brano Stand by Me.

Leggi anche
Cinema: soltanto il 31,8% dei personaggi sono donne

Ne ha fatta di strada Katheryn Elizabeth Hudson da quando cantava nei cori di Santa Barbara e stupiva gli ascoltatori per quel timbro vocale estremamente rock. Da quelle prime esperienze e dallo scarso successo del primo disco “Kate Hudson” alla trasformazione in star mondiale della musica sono stati sufficienti solo 7 anni. La svolta nel 2002 – 2003, anni in cui la Perry si trasferisce a Los Angeles, incontra il produttore Glen Ballard e firma un contratto con la Capitol Music Group. Il resto è storia: nel 2008 esce il singolo “I kissed a girl” che anticipa il disco “One of the boys” e il fenomeno Katy Perry esplode. E se il successo dell'album che contiene anche “Hot n Cold” e “Thinking of You” trasforma la californiana nel nome nuovo del pop internazionale, il successivo “Teenage Dream” sarà il disco della definitiva consacrazione.

Grazie al successo dell’omonimo singolo, di “California Gurls” e “Firework“, l'album domina le classifiche mondiali vendendo più di 7 milioni di copie. Ma non solo. Riuscirà anche a strappare un record storico nientedimeno che a Michael Jackson: quello di cinque singoli estratti dallo stesso album ad arrivare alla prima posizione della Billboard Hot 100. Non saranno da meno “Prism“, quarto album da circa 4 milioni di copie e “Witness” che ad oggi ha superato il milione. 

Eleonora Sanna
Nessuna connessione
Verificare i parametri