Cinque pranzi light da portare in ufficio

Cinque pranzi light da portare al lavoro

Spendere meno e rimanere in forma: il trucco è portarsi da casa il pranzo. Ecco cinque idee imperdibili e buonissime.

Sano, nutriente, leggero e possibilmente comodo da portare da casa. Sono queste le caratteristiche principali che deve avere il perfetto pranzo da preparare per affrontare una giornata di lavoro o di studio.

I vantaggi sono molteplici. Innanzitutto si evita di mangiare un panino o un piatto meno sano, in secondo luogo conosciamo gli ingredienti utilizzati e sappiamo se fanno o meno al caso nostro. Terzo il risparmio, notevole, di non dover mangiare fuori quando si va in ufficio oppure all'Università e non si ha tempo di tornare a casa per la pausa pranzo.

È una moda che sta spopolando sempre di più, tanto che in commercio si trovano facilmente lunch box che tengono al sicuro il nostro pasto, ma anche con diversi scomparti per tenere separati i vari piatti. Il pranzo a lavoro deve essere nutriente per permetterci di affrontare la giornata lavorativa, ma anche leggero per non appesantirci ed evitare quella sensazione di stanchezza che ci assale quando consumiamo pasti più pesanti.

Ecco cinque idee:

1. Insalata: ricca, di stagione e con il giusto apporto di proteine. Una bella insalata è senza ombra di dubbio una delle scelte più comuni per chi si porta il mangiare da casa. La si può comporre con ciò che preferiamo e arricchire magari con qualche tocco speciale come semi, noci o bacche di goji alimenti cioè che fanno parte della categoria superfood e che sono un vero e proprio toccasana per la nostra salute. Inoltre è una scelta perfetta se si è a dieta.

2. Pasta (o riso) fredda: meglio se integrale, questo è un piatto che si presta a essere arricchito con formaggio, pomodori secchi, olive, verdure saltate o bollite e spezie. Si tratta solo di esempi, perché poi ognuno è libero di lasciar spaziare la propria fantasia e la propria golosità.

3. Pollo con insalata: poiché questa carne bianca è ottima anche consumata fredda, va benissimo per il trasporto in ufficio, magari arricchita di qualche salsa speciale e delle verdure. Un tocco esotico lo possono aggiungere le mandorle. Attenzione, però, se si vuole dimagrire è meglio evitare qualsiasi tipo di salsa e optare per un goccio di olio d’oliva.

Leggi anche
Uno stipendio di 20.000 euro per chi accetterà di fare questa cosa ai gatti!

4. Frittata: la si può preparare con le verdure o lasciarle a parte come accompagnamento oppure rendere più gustosa grazie all'aggiunta di formaggio o prosciutto. Anche questo piatto si sposa alla perfezione con la filosofia del lunch box: preparare prima per consumare il giorno successivo. Se è caldo, nella bella stagione, si può optare per un contenitore che mantiene la temperatura oppure dotato di apposite piccole borse frigo.

5. Tramezzini un vero e proprio evergreen dei bar, con la differenza che preparandoli da casa li potrete realizzare tenendo conto di quello che vi interessa di più. Siete a dieta? Bandite la maionese e optate per della ricotta. Avete voglia di un tramezzino vegetariano? Allora lo potete farcire con verdure grigliate. Vi andrebbe un gusto un po’ esotico e fuori dal comune: preparatelo con dell’humus di ceci. Cosa non dimenticare mai a casa? Gli spuntini, perché nel corso della giornata vi verrà certamente fame fuori orario. Consigliati: frutta, carote e noci o mandorle: alimenti che ci fanno fare il pieno di benessere. E poi tanta acqua.

• Eleonora Sanna
Nessuna connessione
Verificare i parametri