Animali down : la trisomia 21 colpisce anche gli animali?

  • Questa tigre bianca di nome Kenny ha un viso adorabile! Viene voglia di abbracciarla!
  • Questo gattino di nome Otto è affetto da trisomia. Gli occhietti sono più distanti del normale ed è uno dei pochi gatti ad avere questa malattia.
  • Questo cavallo di nome Diego può contare sull'amore di questa ragazzina, che lo accetta e lo ama così com'è
  • Questa pecora ha gli occhi più distanti del normale. Ma ha pur sempre una lana folta e morbida
  • Questo beluga affetto da malformazione ha imparato a convivere con il suo handicap ed è felice di giocare con gli altri animali della sua specie!

Questi animali non sono come gli altri....sono speciali ed assolutamente adorabili!

 

 

Spesso sul web si vedono foto di dolcissimi musetti che sembrano affetti dalla Sindrome di Down. Grazie al loro aspetto tenero e particolare, fanno subito breccia nel cuore di tutti gli amanti degli animali!

Ma si può veramente parlare di sindrome di down anche per gli animali?

Cos'è la sindrome di down?

La Sindrome di Down, o trisomia 21, è un’anomalia cromosomica congenita.

Il DNA umano è composto da 46 cromosomi, suddivisi in 23 coppie. Nello specifico, una persona affetta da sindrome di down presenta un cromosoma in più nella coppia 21. Questa condizione, chiamata più propriamente trisomia 21, ha delle conseguenze principalmente sullo sviluppo cognitivo ma comporta anche alterazioni della crescita e del tessuto muscolare, malformazioni congenite e tratti fisici caratteristici a questa patologia.

Leggi anche
Il comportamento di questo padre non rimarrà impunito grazie a Facebook

La Sindrome di Down rappresenta la più comune anomalia cromosomica del genere umano. Ecco alcuni tratti fisici che contraddistinguono una persona affetta da trisomia 21:

- Lineamenti del viso particolari: la forma del viso risulta più larga e leggermente appiattita;

- Occhi a mandorla e ravvicinati;

- Collo corto;

- Mento poco pronunciato;

- Bassa statura;

- Naso largo e schiacciato.

Gli animali possono avere la sindrome di down?

La Sindrome di Down è una patologia esclusivamente umana, in quanto colpisce un cromosoma particolare, il cromosoma 21, facente parte della nostra struttura genetica che, ovviamente, è unica e propria solo al genere umano.

Ogni specie, infatti, ha la propria struttura genetica. Il DNA dei gorilla, per esempio, presenta delle similarità al 97-98%, ed è quello che più può essere paragonato al DNA umano.

Anche la struttura genetica degli animali, ovviamente, è formata da cromosomi, ma le coppie variano in base alla specie e all'organizzazione della struttura stessa.

Secondo la scienza, è dunque possibile che, anche negli animali, esistano delle alterazioni genetiche in determinati cromosomi, che si traducono, poi, in alterazioni fisiche e/o problemi e difficoltà cognitivi e fisiologiche. Ciononostante, queste alterazioni non possono essere catalogate sotto la Sindrome di Down, che contraddistingue, invece, quella determinata alterazione del cromosoma 21 unicamente nella specie umana. Per esempio, i topi da laboratorio, possono presentare una trisomia nel cromosoma 16.

In definitiva, possiamo affermare che, ad oggi, non vi sono studi scientifici che evidenzino la presenza di animali con la Sindrome di Down.  

Ciononostante, la presenza di un'alterazione genetica nel DNA è possibile anche negli animali, e non è raro che quest'ultima si manifesti tramite delle alterazioni dal punto di vista fisico: alcuni particolari del viso ma anche del comportamento dei nostri cuccioli può farci pensare ad una somiglianza con la Sindrome di Down nell'uomo.

Se pensate che il vostro amico a 4 zampe possa soffrire di una patologia legata al suo corredo genetico o una malformazione di qualsiasi genere, la miglior persona a cui rivolgersi è sicuramente il vostro veterinario, che saprà consigliarvi ed indirizzarvi al meglio. Solo un esperto saprà, infatti, riuscire a determinare una simile mutazione, mettendo sempre al primo posto il benessere dell’animale.

Quando qualcuno vi dirà di aver visto un gatto con Sindrome di Down, da oggi saprete con più esattezza di cosa si tratta. In qualsiasi caso, mutazione genetica o meno, i musetti d questi cuccioli sono tenerissimi!

Date un occhiata alla nostra galleria per fare il pieno di dolcezza e simpatia con questi adorabili animali.

• Cristina Rossi
Ecco la fattoria più bella del mondo

Ecco la fattoria più bella del mondo


Nessuna connessione
Verificare i parametri