Dicevano alle mamme che i bambini erano nati morti. La verità è agghiacciante
Dicevano alle mamme che i bambini erano nati morti. La verità è agghiacciante
Dicevano alle mamme che i bambini erano nati morti. La verità è agghiacciante
Continua a leggere

Dicevano alle mamme che i bambini erano nati morti. La verità è agghiacciante

Di Paola Gentile

Una terribile vicenda quella che vede coinvolte quattro cliniche di Calcutta, sedi di attività illecite ed aberranti scoperte qualche giorno fa dalla polizia.

Otto gli arrestati, tra cui l’avvocato Prabhat Sarkar, il suo socio Jhantu Biwas, il proprietario della clinica Bakbul Baidya e due donne.

Un colpo messo a segno dalla giustizia indiana che dimostra il maggiore impegno della polizia locale nel ripulire l’immagine dell’India dalla pessima fama che la circondava. Quello che è accaduto ai neonati a Calcutta ha fatto il giro del mondo.

In quattro cliniche accadeva sempre la stessa "disgrazia": i bambini fino alla nascita in salute venivano dichiarati morti dai dottori subito dopo il parto.

Alle donne non era neanche consentito di vedere il corpo dei figli, per una ragione più che ovvia! Non erano assolutamente morti!

Scopri nel video cosa accadeva ai bambini in queste cliniche degli orrori!

Violenza gratuita

Un altro caso di sanità dell’orrore è accaduto in Arabia Saudita dove tre infermiere sono state sospese e poi licenziate dopo essere state accusate di abusi nei confronti di un bambino nell'ospedale pediatrico della città araba di Taif.

La vicenda è venuta alla luce dopo la diffusione di un video sui social network nel quale si vedono chiaramente i maltrattamenti ai quali è stato sottoposto il neonato: una delle infermiere gli stringe la faccia, mentre le due colleghe guardano e ridono.

Fonte: Avvenire


En plus
Nessuna connessione
Verificare i parametri