Il dramma di un mamma: il figlio 13enne uccide la sorellina

Il dramma di un mamma: il figlio 13enne uccide la sorellina

Ciò che ha colpito questa donna ha davvero dell’incredibile. Nel 2007 suo figlio 13enne Paris ha ucciso con diciassette coltellate la sorellina di quattro anni, Ella. Da quando il ragazzo è stato condannato per questo episodio a quarant’anni di carcere, la madre continua a raccontare per il mondo la loro storia in modo che non accada più.

La texana Charity Lee a 18 anni rimane incinta per la prima volta. Nove anni dopo la nascita di Paris arriva la seconda figlia, Ella. Come dichiarato dalla donna: “Paris sembrava un bimbo normalissimo. Il 4 febbraio del 2007 però, poco dopo la chiusura del ristorante dove lavoravo, sono venuti due detective e un parroco, mi hanno chiesto di sedermi e mi hanno detto che mia figlia era morta. Quando gli chiedo dove fosse mio figlio mi rispondono di averlo portato via con loro. Era stato lui ad ucciderla. In quel preciso momento, tutto ha smesso di avere senso."

I medici hanno diagnosticato al ragazzo un disturbo antisociale della personalità.

“Mi chiedono perché vada ancora a trovarlo. Ma il mio amore è incondizionato. Non ho mai smesso neanche per un istante di amare mio figlio, anche se odio quello che ha fatto”.

Leggi anche
La foto di questa mamma in spiaggia è diventata virale in poche ore

Nel video tutti i dettagli su questa storia straziante. E voi nei panni di questa madre cosa avreste fatto? 

Segnali di pericolo

Ecco alcuni segnali di avvertimento che il comportamento di un ragazzo è pericoloso: 

1. Sentirsi intimiditi. Non è normale sentire che se non si concede al ragazzo quello che vuole questi si vendicherà in un modo che provocherà un danno al genitore;

2. Estremo atteggiamento di sfida. Quando si raggiunge il punto in cui un figlio sfida apertamente le regole della casa è un potenziale segnale di escalation.

3. Insensibilità. Se vi accorgete che vostro figlio non è capace di gestire le emozioni o addirittura sembra non provarne affatto, potrebbe aver bisogno del supporto di uno specialista. 

Fonte: Corriere

 

• Paola Gentile
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri