Matrimonio musulmano: cultura, usanze e tradizioni

Come si festeggia un matrimonio nel mondo musulmano

Stai per sposare una persona di fede musulmana? Ecco come si svolge un matrimonio nel mondo islamico, dalla cultura, alle usanze, alle tradizioni.

Il matrimonio musulmano è un matrimonio che si celebra tra due persone di sesso opposto, nel rispetto degli usi e costumi della religione musulmana. Come per gli altri matrimoni religiosi, prima della cerimonia nuziale, l'unione va ufficializzata dinanzi al sindaco.

Il matrimonio, anche detto nikah è inteso come un contratto davanti ad Allah. Secondo il Corano, lo sposo deve essere musulmano e l'unione con un ateo è proibita, anche se è concesso prendere in sposa una donna cristiana o ebrea. Inoltre, secondo la tradizione, le donne musulmane devono imperativamente sposare un musulmano.

L'impegno del matrimonio musulmano

Come tutti i matrimoni religiosi, il rispetto e l'amore tra i coniugi sono ovviamente di primaria importanza. Quando si tratta della tradizione musulmana, si devono accettare e rispettare certi precetti del Corano. Avere figli è uno degli scopi del matrimonio. Perciò, non è consentito nessun tipo di contraccettivo. Inoltre, l'aborto è proibito e il divorzio, sebbene sia concesso dal Corano, è considerato un atto sconsiderato e quando un marito chiede il divorzio alla moglie, ha il diritto di reclamare un somma da pagare (khoul).

Si festeggia con una grande festa

Per un matrimonio musulmano si prevedono festeggiamenti in grande che solitamente durano per diversi giorni.

Tutto inizia con i preparativi della sposa, che si circonda del suo entourage, di sole donne. Alla vigilia delle nozze, le mani e i piedi della sposa vengono decorati con l'henné, simbolo di fortuna e di fertilità.

Il rito del matrimonio si svolge in una moschea o nella casa dei genitori della sposa. Dopo la lettura dei versetti del Corano gli sposi si scambiano un consenso.

Leggi anche
35 anni di matrimonio: idee regalo per le nozze di corallo

In questo giorno, le spose sono particolarmente viziate, tanto che hanno il privilegio di poter indossare fino a 7 abiti, uno più maestoso dell'altro. Si tratta di una tradizione della quale le spose musulmane vanno molto fiere.

Secondo la tradizione, uomini e donne sono separati durante i festeggiamenti, ma non è un obbligo. Gli sposi si ritrovano alla fine del matrimonio, a volte 24 ore dopo la celebrazione del rito nuziale. 

• Eleonora Sanna
Nessuna connessione
Verificare i parametri