Ciclo irregolare: la dieta che ti aiuta a regolarizzarlo

Ciclo irregolare: la dieta che ti aiuta a regolarizzarlo

Il ciclo irregolare è imprevedibile, e spesso fastidioso. Esistono, però alcuni alimenti che possono aiutarti a stare bene.

Le cause che possono rendere il ciclo irregolare sono moltissime: dallo stress, alle fasi che stiamo attraversando, ma anche, e soprattutto, come ci nutriamo. Ormai è risaputo che una corretta alimentazione possa giovare a tutto il nostro organismo. Per questo motivo è importante conoscere quali sono gli alimenti che regolano i rapporti tra la regolarità mestruale e il cibo

Gli squilibri alimentari, infatti, sono alcune tra le cause più comuni che incidono sul normale funzionamento dell'organismo. Assumere minerali e vitamine nelle dosi giuste, aiuta a non avere questi problemi; anche l'insulina risulta un elemento importante. Infatti, una dieta ricca di carboidrati potrebbe causare resistenza a quest’ormone che spesso comporta policisti ovariche alla base dell’irregolarità.

Per questo motivo bisogna studiare un corretto calendario alimentare che comprenda pasti regolari, un corretto apporto di carboidrati ed una particolare attenzione a mantenere costante il proprio peso.  

Se si dovesse essere a dieta, invece, il presupposto fondamentale è che il corpo subisce una sorta di shock, proprio perché iniziano a diminuire alcuni apporti vitaminici e minerali, che rischiano di alterare gli ormoni e, conseguentemente, anche la regolarità mestruale. I propri pasti, infatti non dovrebbero mai essere carenti di vitamina E e B6, contenute in olive, cavolo, lattuga, finocchio e verdure. 

Esistono una serie di gustose ricette da realizzare mixando questi elementi e creando piatti che possano saziare mantenendo un regime alimentare sano.

Gli alimenti giusti per ogni fase
Leggi anche
Ecco i cibi più pericolosi del mondo: tra questi c'è anche un formaggio italiano

Spesso, la settimana prima dell'arrivo del ciclo, si diventa intrattabili e nervose a causa dell'alterazione dei livelli ormonali ed al calo di zuccheri nel sangue, che fanno sì che diminuisca la serotonina, utile per il controllo dell'umore. 

In questo periodo, quindi, i cibi consigliati sono: pasta, riso, cereali, legumi e pesce.

Per stimolare l’ovulazione, invece, si consiglia l’assunzione di carni rosse, uova, crostacei e pomodori, riducendo l’assunzione dei formaggi. Il problema si rivela, però, dopo il periodo ovulatorio, poiché iniziano, solitamente, i fenomeni di ritenzione idrica ed il gonfiore, quindi, sono consigliati alimenti ad alto contenuto di liquidi. Asparagi, finocchi, sedano ed insalata, sono tipicamente considerati cibi dall'alto potere drenante. 

Ovviamente, però, ogni corpo reagisce in maniera differente e le motivazioni che possono provocare un ritardo nel ciclo, possono essere svariate. Quindi, si consiglia sempre un controllo regolare da uno specialista, in modo da scongiurare qualsiasi problematica più seria e realizzare, se necessario, una cura ad hoc.

Eleonora Sanna
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri