Si rompe la scala mobile della metro di Roma: tanti i feriti

Si rompe la scala mobile della metro di Roma: tanti i feriti

Momenti di angoscia e paura nella stazione “Repubblica” della metro di Roma. La scala mobile ha infatti ceduto, e dai primi sopralluoghi sembra che alla base del crollo ci siano motivi tecnici legati alla scarsa manutenzione. Ma non è questa l’unica ipotesi che in queste ore concitate è trapelata…

Sono una ventina i feriti nel crollo della scala mobile della metro di Roma fermata “Repubblica”.

Nonostante non siano state ancora rilasciate delle perizie ufficiali i magistrati hanno sequestrato le due telecamere presenti nella stazione e da un primo sopralluogo sembrerebbe che alla base dell’incidente ci sarebbe stato un guasto al sistema di controllo del nastro della scala che sarebbe andato in tilt.

Un deterioramento che avrebbe finito per provocarne una rottura improvvisa, coinvolgendo e ferendo in maniera anche grave soprattutto i tifosi russi giunti per seguire la squadra del Cska Mosca.

Di chi è la colpa?

Di tutt'altro avviso sono invece i dipendenti Atac. Quest’ultimi sono infatti convinti che alla base dell’incidente possano esserci stati i salti, i canti ed i balli dei supporter russi direttamente sulla scala mobile. Come dichiarato infatti da una fonte dell’azienda dei trasporti romani:

Sicuramente non doveva rompersi, ma se ci salti sopra in gruppo non aiuta”.

Sulla veridicità di questi schiamazzi non si hanno prove certe poiché il video che ha fatto il giro del web, in cui si vedono i passeggeri terrorizzati e feriti, riprende solo la parte finale del brutto accadimento.

In molti però hanno confermato, anche se non hanno assistito alla scena personalmente, di aver sentito urla, cori e rumori di mani che sbattevano sulle pareti della stazione. L’inchiesta interna di Atac, in ogni caso, si soffermerà soprattutto su un altro tema molto scottante per la città capitolina, quello della manutenzione.

Fonti infatti raccontano che l’ultimo controllo effettuato a “Repubblica” alla presenza di tecnici ministeriali risale a circa un mese fa e che tutti i dispositivi quali le scale mobili sono dotati di un meccanismo che blocca il nastro ogni volta che si presenta un guasto; ci si domanda quindi a questo punto perché questo meccanismo di sicurezza questa volta non ha funzionato.

Leggi anche
Un uomo abbandona un cane, ma la telecamera riprende tutto

Un dubbio assolutamente da chiarire per mettere definitivamente in luce le modalità dell’incidente e le oggettive responsabilità.

Un incidente non isolato

Mentre l’Atac quindi proseguirà con la propria indagine interna, la stazione della metro è stata chiusa e sequestrata dalla Procura di Roma che ha aperto un’inchiesta per lesioni contro ignoti.

Quello che sembra certo è che la dinamica di quest’ultimo incidente differisce altamente dall'altro tragico accadimento che ben quindici anni fa, esattamente il 10 ottobre 2003, ha visto coinvolta alla fermata Tiburtina una turista inglese di 63 anni che morì finendo in una voragine apertasi nella scala mobile per via di un deragliamento dovuto all'eccessiva velocità.  

Scopri le immagini del crollo e le dichiarazioni dei vigili del fuoco nel video! 

• Eleonora Sanna
Continua a leggere