Primark mette in vendita delle magliette che nessun genitore comprerebbe mai

Primark mette in vendita delle magliette che nessun genitore comprerebbe mai

Primark ha sollevato una gran polemica con le sue nuove magliette per ragazze. Il nome della collezione dice già tutto: "Mean Girls".

Il problema? Le scritte impresse sulle magliette affermano "Mean girls are cooler" (Le cattive ragazze sono più cool) e incoraggiano al bullismo.

Recentemente abbiamo visto casi di baby-bullismo che hanno portato i bambini a uccidersi perché non riescono a far fronte alla pressione. È diventato un problema serio nella nostra società, ed è quindi intollerabile per i grandi marchi promuovere tale comportamento. La catena Primark è stata coinvolta in una controversia importante sulla sua ultima collezione per ragazze. Sulle magliette si possono leggere messaggi duri che incoraggiano il bullismo.

"You can't Sit with us" e "See you (later) never" sono alcune delle frasi più crudeli di questa collezione. I messaggi sono ispirati al film "Mean Girls". È una produzione del 2004 con Lindsay Lohan. Il film riflette la vita del college americano in cui emergono problemi dalla popolarità dell'adolescenza. Qual è il problema? I progetti di Primark attirano per i loro prezzi e i loro modelli attraenti agli occhi di migliaia di ragazze in tutto il mondo.

La gente ha mostrato indignazione attraverso i social. Molti utenti di Twitter hanno dichiarato di essere "disgustati" dalla nuova linea di abbigliamento del marchio e dai messaggi che promuovono. Hanno anche accusato il gigante della moda a basso costo di comportamenti irresponsabili che non possono essere accettati. Questo è veramente il messaggio che vogliamo trasmettere nella giovinezza di oggi? 

• Eleonora Sanna
Continua a leggere