Antistaminico: cos’è? A cosa serve?
Quando prendere gli antistaminici? Quanti tipi ce ne sono?

Quando prendere gli antistaminici? Quanti tipi ce ne sono?

Di Lorenzo Vincenti
Modificato

Gli antistaminici sono farmaci generalmente somministrati per il trattamento delle allergie. Ne esistono tuttavia due tipi che non bisogna confondere. Ma di che cosa si tratta esattamente? E soprattutto come funzionano? Qualche informazione su questi farmaci.

Cos’è un antistaminico?

Un antistaminico è un farmaco che serve a ridurre o eliminare gli effetti dell’istamina. L’istamina è un mediatore chimico secreto dall’organismo soprattutto durante reazioni allergiche. La sua principale funzione è quella di distruggere le sostanze estranee ma la molecola interviene anche in altri processi.

L’antistaminico è efficace contro alcuni sintomi della crisi allergica, tra essi i pruriti, il naso che cola, gli occhi che lacrimano, gli starnuti… Tuttavia, non è per nulla efficace sull’asma.

Gli antistaminici, come funzionano?

Gli antistaminici sono inibitori dei recettori dell’istamina. Di conseguenza, la produzione d’istamina non viene disturbata ma i recettori specifici di questa molecola sono bloccati, ciò le impedisce di agire.

Esistono tuttavia due tipi di antistaminici, gli antistaminici H1 e H2. Non bisogna confonderli poiché gli obiettivi farmacologici di questi farmaci sono differenti.

- gli antistaminici H1 hanno come obiettivo i recettori H1, che si trovano in tutto l’organismo, per combattere contro le crisi allergiche. Sono indicati nel trattamento sintomatico di riniti allergiche stagionali (febbre da fieno, orticaria, congiuntivite allergica, ecc.). Hanno soprattutto un effetto dilatatore sui vasi sanguigni e impediscono le reazioni edematose.

- gli antistaminici H2 agiscono sui recettori H2 principalmente situati a livello della mucosa gastrica, nello stomaco. Sono utilizzati nei disturbi legati all’ulcera dello stomaco e del duodeno, così come in caso di reflusso gastro-esofageo e servono a diminuire l’acidità gastrica. Gli antistaminici H2 non presentano d’altra parte alcun effetto positivo nel trattamento delle allergie, ma possono essere indicati per trattare alcune patologie atopiche, come l’orticaria cronica.

È importante sapere che gli antistaminici sono un trattamento sintomatico, non colpiscono dunque la causa dell’allergia, al contrario della desensibilizzazione (trattamento curativo dell’allergia).


En plus
Nessuna connessione
Verificare i parametri