Basic Instinct: la verità sulla scena cult di Sharon Stone

Basic Instinct: la verità sulla scena cult di Sharon Stone

Nel 1992 Basic Instinct è uscito al cinema. Da allora una scena cult è diventata memorabile: quella in cui Sharon Stone accavalla le gambe senza indossare gli slip... Davanti a un Michael Douglas senza parole! Ecco alcune rivelazioni su questa scena.

La versione di Sharon Stone e quella del regista Paul Verhoeven sono molto diverse...

La versione di Sharon Stone

Nel 2014 Sharon Stone ha raccontato che all'inizio aveva rifiutato di togliersi le mutandine per girare la scena. Il regista l’ha tranquillizzata dicendo che la telecamera non avrebbe ripreso le sue parti intime, così ha ceduto. Ma quando al cinema non ha visto nessuna censura, è rimasta a bocca aperta.

La versione di Paul Verhoeven

Invece il regista ha dichiarato:

Leggi anche
Questa ereditiera si è sposata con un abito da 800.000 euro

"Quando ho proposto a Sharon Stone di girare questa scena durante una cena, ho visto una luce demoniaca nei suoi occhi. E ha accettato senza esitare. Quando abbiamo girato la scena, ho chiesto a tutti di lasciare il set, compreso Michael Douglas. C’eravamo soltanto io, lei e Jan de Bont, il regista di Speed, che era il direttore della fotografia. Sapeva benissimo ciò che faceva. Ha detto che non sapeva che avevamo ripreso la sua vagina. Ma non è vero. Inoltre, poco prima di girare la scena, mi ha regalato la sua culotte! Ma dimentica sempre di dirlo."

Il regista aggiunge: "Gli agenti le dissero che quelle immagini avrebbero potuto compromettere la sua carriera. Mi ha chiesto di eliminare la scena, ma ho rifiutato. In effetti, questa scena l’ha lanciata. La sua performance nel film è ottima, ma questa scena in particolare ha segnato la sua carriera. Lo dimostra il fatto che ne parliamo ancora oggi, 24 anni dopo."

Tutta la verità sulla scena cult di Sharon Stone nel video!

Cristina Rossi
Continua a leggere
Nessuna connessione
Verificare i parametri