Significato dei tatuaggi: 20 simboli di tatuaggi e la loro definizione

Significato dei tatuaggi: 20 simboli di tatuaggi e la loro definizione
Significato dei tatuaggi: 20 simboli di tatuaggi e la loro definizione

Vorresti tatuarti un simbolo sulla pelle ma non sai quale scegliere? Scopri 20 simboli accompagnati dal loro significato che ti aiuteranno a trovare il modello giusto per il tuo futuro tatuaggio.

Un momento importante da ricordare? Una nuova fase che inizia o una che finisce? La nascita di un figlio, il matrimonio, un evento memorabile?

I motivi per fare un tatuaggio sono davvero tantissimi.

Inoltre, sono sempre di più le persone che si tatuano semplicemente perché amano l'idea di avere un segno distintivo sulla propria pelle, un'opera d'arte, un disegno bello da mostrare.

Dunque se stai pensando di fare un tatuaggio, sarai di certo confusa: ne esistono di tutti i tipi e per tutti i gusti.

Quale simbolo scegliere per il tuo tatuaggio?

Se ciò che cerchi non è semplicemente un bel disegno da mettere in mostra, ma piuttosto un simbolo che abbia un significato importante, allora Ohmymagha quello che fa per te!

Nella nostra galleria potrai trovare una selezione dei tatuaggi più originali, piccoli e femminili ispirati a dei simboli speciali.

L'infinito.

Questo simbolo è ormai conosciuto e utilizzato da tutti, ma sai da dove viene e cosa significa davvero?

Il simbolo dell’infinito è innanzitutto un simbolo matematico: fu introdotto dal matematico John Wallis nel 1655 ed è usato per indicare una quantità non propriamente infinita, ma quasi impossibile da quantificare.

Da qui, invece, nella simbologia moderna l'infinito ha acquistato il significato di eternità per siglare passioni, amori, legami affinché possano durare per sempre.

Il delta.

Il delta maiuscolo può sembrare un triangolo, ma è in realtà la quarta lettera dell'alfabeto greco.

Questo simbolo viene usato in fisica per indicare la variazione di tempo, spazio o velocità.

Nella simbologia corrente, il delta è diventato simbolo di cambiamento, rinnovamento e rinascita personale.

Le Rune.

Le rune hanno origine nella tradizione germanico-vichinga e furono usate anche dal popolo celtico come strumento divinatorio e magico. Si tratta di pezzetti di legno intagliati con i simboli rappresentanti il loro alfabeto criptico.

In Europa, durante il medioevo, le Rune furono usate nei rituali magici e ancora oggi vengono usate ad uso talismanico.

I simboli delle rune sarebbero in grado di conoscere il passato, anticipare il futuro e dare consigli sulla vita quotidiana. Gli indovini, le gettano a terra e ne leggono gli auspici.

Esistono 25 tipi di rune e ognuna di esse ha un significato specifico.

Il malin.

Si tratta di un simbolo svedese. Sembra un infinito con le frecce nel mezzo. Simboleggia la necessità di sperimentare il fallimento per essere in grado di andare avanti.

La colomba.

Nella religione Cattolica la colomba ricopre un ruolo fondamentale: è l’uccello che Noè inviò dall'arca in cerca di terra. La colomba tornò con in bocca un ramo di ulivo.

Dall'episodio biblico deriva dunque l'associazione di questi due simboli alla fine delle sofferenze, dell'incertezza e del dolore.

Dunque, nella tradizione comune, la Colomba rappresenta la purezza, la rettitudine e la pace.

L'ancora.

Questo simbolo è diventato particolarmente di moda negli ultimi anni.

Essendo l'oggetto che permette alla nave di restare "ancorata" alla terra e di acquistare stabilità, è diventato simbolo di solidità e forza.

L'ancora simboleggia spesso legami considerati indistruttibili, sentimenti forti e la fiducia in sé stessi.

Lo zen o enso.

L'Enso in ?giapponese significa ?cerchio. È metafora dello Zen assoluto, si tratta di un simbolo che unisce il visibile e il nascosto, il semplice e il profondo, il vuoto e il pieno.

Può essere dipinto in modo che vi sia una leggera apertura in qualche parte del cerchio, mostrando che non si contiene in sé, ma che si apre all'infinito.

Fili intrecciati.

Se avete un'amica con cui siete cresciute, che anche nelle avversità è rimasta accanto a voi, allora potete dedicarle questo tatuaggio. I fili che si intrecciano rappresentano due vite che scelgono di sostenersi l'un l'altra e dunque la vera amicizia.

Il compasso Vegvisir.

Questo simbolo, di origine islandese, è un sigillo magico, che veniva tracciato sulle navi per non perdere la rotta e sapersi orientare anche nel cattivo tempo.

Oggi è simbolo di patriottismo, sicurezza e protezione.

Il sole e la luna.

Il sole, prima di diventare popolare nel mondo dei tatuaggi, ha sempre rappresentato uno dei simboli più importanti già in antichità. Era la rappresentazione accostata a molte divinità. Ancora oggi simboleggia la vita e il potere.

Allo stesso modo la luna è da secoli considerata il simbolo del potere femminile e della fertilità. In passato molte dee venivano rappresentate assieme alla luna per trasmettere potenza nascosta e saggezza.

Oggi la luna può simboleggiare anche ciò che resta nascosto, i cambiamenti e lo scorrere del tempo.

La stella.

La stella rappresenta da secoli un simbolo di luce e speranza. Un cielo stellato nell'antichità, quando non esisteva ancora la bussola, poteva guidare gli uomini in mare e aiutarli a trovare la via di casa.

Questo tatuaggio viene scelto da chi vuole crearsi il proprio cammino e trovare la propria strada nella vita.

Cuore.

L'origine del simbolo del cuore non è conosciuta, a riguardo ci sono molte teorie.

In ogni caso, come è ben noto, questo è il simbolo per antonomasia dell'amore e della passione. Oggi però non è solo associato all'amore tra due amanti, ma ad ogni tipo di amore: da quello materno a quello fraterno, fino all'affetto che si può provare per un'amica o una persona cara.

Lo yin e lo yang.

Questo simbolo ha origine nella filosofia cinese e rappresenta l'essenza della vita. Lo yin rappresenta la luce e il bene, lo yang l'oscurità e il male. Questi sono legati indissolubilmente l'uno all'altro.

Il simbolo si rappresenta con un cerchio con le due metà separate da una linea curva. In ogni metà è presente una piccola quantità del rispettivo opposto: nello yin è presente un po' di yang e nello yang è presente un po' di yin.

Nella cultura occidentale questo simbolo è il riassunto dell'esperienza della vita: nel male è sempre presente un po' di bene e nel bene un po' di male.

Quadrifoglio.

Il quadrifoglio è un pianta molto rara e questa sua caratteristica ha fatto nascere in varie culture diversi miti, il più comune dei quali è che trovarne uno sia simbolo di buona sorte.

Simbolo della pace.

Fu creato nel 1958 da Gerald Holtom, disegnatore commerciale e pacifista, per la Campagna per il disarmo nucleare britannica. Incorpora due simboli dell'alfabeto semaforico: la N e la D, iniziali di Disarmo Nucleare, inserite in un cerchio a rappresentazione del mondo.

L'om.

Il simbolo dell'O? è il più sacro mantra induista.

Indica il suono ancestrale della creazione, il suono della vita stessa e dei cicli infiniti dell'esistenza. Portare un tatuaggio con rappresentato l'Om, indica il voler trasmettere tutti i significati ancestrali e universali che esso trasmette a chi lo osserva.

Il copper.

In Alchimia questo simbolo rappresenta l'equilibrio, la bellezza femminile e la creatività.

Il fiore di loto.

Il loto, noto anche come loto sacro, loto indiano o rosa del Nilo, è una pianta acquatica. Nel simbolismo buddista, il significato più importante del fiore di loto è la purezza del corpo e dell'anima.

Il fiore, infatti, fiorisce in acque fangose ma resta immacolato, in costante ricerca di luce. Ecco perché è anche simbolo di elevazione spirituale, bellezza e delicatezza.

Hai le idee più chiare adesso? Sfoglia la galleria e scopri i tatuaggi per ogni simbolo!


Nessuna connessione
Verificare i parametri